Verifica degli impianti di messa a terra


La Verifica Impianto Messa a Terra è un controllo da effettuare periodicamente come stabilito dal DPR 462/01 che richiede a tutti i datori di lavoro con almeno un lavoratore, di far eseguire almeno una messa a terra sugli impianti elettrici ogni due o cinque anni.

 


La verifica messa a terra può essere effettuata da Organismi Abilitati dal Ministero delle Attività Produttive, sulla base della normativa tecnica europea UNI CEI.

Non sono valide quindi, ai fini del DPR 462/01, le verifiche effettuate da professionisti o imprese installatrici. 

Sono soggetti alle verifiche previste dal DPR 462/01 i seguenti impianti:

🔹 impianti elettrici di messa a terra dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche
🔹 impianti elettrici in luoghi con pericolo di esplosione. 

Sono soggetti alle verifiche ogni 2 anni gli impianti di cui al DPR 462/01, installati:
🔹 nei cantieri
🔹 in locali adibiti ad uso medico e simili (ad es. estetisti, veterinari, ecc…)
🔹 in luoghi a maggior rischio in caso di incendio (ad es. discoteche, cinema, alberghi, tutte la altre attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco, edifici con strutture portanti in legno e comunque tutti gli edifici classificati come tali nel progetto degli impianti elettrici)
🔹 in luoghi con pericolo di esplosione (ad es. centrali termiche a gas, grandi luoghi di lavoro e/o depositi di materiali che presentano rischi di esplosione). 

Sono soggetti alle verifiche periodiche ogni 5 anni tutti gli impianti, soggetti al DPR 462/01, installati in luoghi diversi da quelli con periodicità biennale.
Vuoi maggiori informazioni? Contattaci subito!



Sinet Formazione

Dai uno sprint alla tua formazione professionale.

Scroll to Top