Formazione Finanziata


{ Formazione Finanziata}

La formazione finanziata è un sistema di Fondi, disponibili per ciascuno dei settori economici dell´industria, dell´agricoltura, del terziario e dell´artigianato. Essi sono Fondi Pubblici e Fondi Paritetici Interprofessionali a cui l’impresa può aderire in maniera gratuita.

Grazie a tali fondi l’imprenditore si trova così ad avere a disposizione un ammontare che si accumula nel tempo e che è a disposizione dell’impresa per finanziare interventi o corsi di formazione. In questo modo, tali corsi verranno di fatto fruiti gratuitamente.

Dal 2003 alle imprese viene data la possibilità di destinare una quota pari allo 0,30% dei contributi versati all’INPS alla formazione dei propri dipendenti.



Sarà poi l’INPS a trasferire il contributo al Fondo prescelto, che dovrà finanziare le attività formative per i dipendenti dell’impresa aderente. La formazione è rivolta agli adulti occupati ed hanno come obiettivo l’aumento della competitività dell’impresa ed il rafforzamento professionale ed occupazionale dei lavoratori.

Ogni dipendente può partecipare autonomamente, oppure può essere invitato alla partecipazione dall’azienda, che coordina le attività formative per adeguare o elevare la professionalità e le competenze dei propri dipendenti, in stretta connessione con l’innovazione tecnologica ed organizzativa del processo produttivo.

Le attività formative, in ogni caso, possono essere:

🔹 Aziendali: riguarda interventi promossi dalle imprese per accompagnare i processi di trasformazione e di ristrutturazione;
🔹 Pluriaziendali: le piccole e medie imprese possono presentare congiuntamente piani di formazione, rivolti ai propri dipendenti per il raggiungimento dello stesso obiettivo, in riferimento agli stessi temi o argomenti, oppure a metodologie e strumentazioni       comuni;
🔹 Individuale: riguarda interventi, finalizzati al rilancio e allo sviluppo delle competenze dei dipendenti, sulla base di progetti elaborati da singoli lavoratori, che possono utilizzare l’assistenza tecnica di centri di orientamento e di formazione professionale.


Le modalità di adesione al fondo sono specificate nella Circolare dell’INPS n. 71 del 2 aprile 2003, l'adesione in oggetto è volontaria e che deve essere comunicata all’INPS attraverso il Modello di denuncia contributiva DM10/2I. All'interno del documento va indicato il Fondo prescelto con il relativo codice e il numero dei dipendenti per cui l´impresa versa il “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”.
Il medesimo modello va utilizzato anche per l’eventuale revoca dell´adesione.


Vuoi maggiori informazioni? Richiedi subito una consulenza! 




Sinet Formazione

Dai uno sprint alla tua formazione professionale.

Scroll to Top